Ambiente. Anche in Italia il programma «Lean&Green». se ne occupa FLC

È partito anche in Italia «Lean & Green», un programma che ha l’obiettivo di promuovere la logistica sostenibile, attraverso un riconoscimento alle aziende che adottano programmi di riduzione del CO2 e contemporaneamente di contenimento dei costi.

 

«Lean & Green» è nato in Olanda dove è già attivo dal 2007 con la partecipazione di oltre 200 enti o aziende tra produttori (come Coca Cola, Heinz, Huntsman, SCA, Mars, Heineken, Bacardi,), trasportatori (CEVA, TNT, DB Shenker, Kuehne & Nagel, DHL), enti locali (Rotterdam, Utrecht). I partecipanti si sono dati l’obiettivo comune di ridurre le emissioni di CO2 di almeno il 20% in un periodo di 5 anni.

 

In Italia il programma verrà gestito dal Freight Leaders Council che riunirà, coordinerà e supporterà le aziende nella formulazione ed integrazione di obiettivi di sostenibilità nella gestione delle operazioni delle loro Supply Chain. Le prime aziende che hanno aderito a «Lean & Green Italia» sono TNT Global Express, Huntsman, IMCD, Heinz, SCA, CHEP.

 

L’obiettivo di Lean & Green è quello di accompagnare aziende leader della supply chain nel campo della logistica sostenibile, aiutandole a ridurre le loro emissioni di CO2 di almeno il 20% in un periodo di 5 anni, aumentando allo stesso tempo la loro redditività.

 

Le aziende possono partecipare al programma proponendo a FLC un piano dettagliato che descriva come intendono procedere verso tali obiettivi.

 

Con il «Lean & Green Award», le aziende che avranno ottenuto il riconoscimento, potranno dimostrare che stanno attivamente lavorando per rendere i propri processi logistici più sostenibili. Il premio viene assegnato sulla base di un piano di azione scritto e certificato che deve basarsi su obiettivi concreti di riduzione delle emissioni di CO2 ed essere accompagnato da «Indicatori della performance» misurabili e verificabili (ad esempio: contenuti e entità dei risparmi, base di partenza della misurazione e criteri di rilevamento ecc).

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn