Codice Etico

Articolo 1 – Oggetto

Il Codice Etico (il “Codice”) riassume i principi di comportamento che amministratori, direttori, dirigenti, dipendenti, collaboratori a qualsiasi titolo nonché chiunque operi la fornitura di un servizio, anche temporaneo per l’associazione Freight Leaders Council (d’ora innanzi FLC), devono rispettare nel condurre le attività, eseguire prestazioni e in generale nei rapporti esterni alla associazione. Il Codice non ha potere di esaustività. Il Codice è stato emesso dal Comitato di Gestione in data 18/05/2020 ed è la “Carta Costituzionale” della associazione, e definisce diritti e doveri morali e la responsabilità etico-sociale di ogni partecipante all’organizzazione. Il Codice individua quindi tutti i valori che costituiscono l’etica sociale e reca i principi guida nonché le direttive sostanziali cui devono essere conformate le attività associative e i comportamenti di tutti coloro ai quali si applica questo Codice, nell’ambito delle rispettive competenze e in relazione alla posizione ricoperta e alle funzioni. FLC rigetta e condanna qualsiasi tipo di condotta che sia in contrasto o violi della le leggi vigenti, sia da parte di un singolo sia da parte di gruppi di persone.

 

Articolo 2 – Finalità

Il Codice è parte integrante del sistema di gestione interno, il cui rispetto garantisce l’osservanza delle norme in grado di prevenire irregolarità od illeciti da parte di esponenti dell’associazione.

 

Articolo 3 – Ambito di applicazione

Il Codice di FLC si ispira ai principi del Decreto Legislativo n. 231/2001. Le norme del Codice si applicano senza eccezione a tutti i dipendenti, nonché alle persone fisiche o giuridiche titolari di rapporto di collaborazione o di altro rapporto che comporti una prestazione di opera ovvero la fornitura di un servizio, anche temporanea (i Destinatari del Codice). Il presente Codice si applica, altresì, a tutte le persone fisiche o giuridiche che rivestono funzioni di rappresentanza, amministrazione o di direzione della associazione o di una sua unità organizzativa, nonché a quelle che esercitano, anche di fatto, la gestione e il controllo della associazione ed a tutti coloro che operano per il conseguimento degli obiettivi della associazione stessa. I Destinatari si assumono la responsabilità di eventuali violazioni del Codice, sia verso l’associazione sia all’esterno, anche se da tale violazione non derivi alcuna responsabilità dell’associazione verso terzi. I Destinatari sono tenuti a conoscere ed osservare il Codice nell’interesse della trasparenza e della reputazione della associazione. I Destinatari sono altresì tenuti a far osservare questi principi etici e di sostenibilità nell’ambito delle proprie responsabilità e funzioni. FLC attraverso i propri amministratori, dirigenti e dipendenti si impegna ad attuare ed aggiornare il Codice e a diffondere questo ultimo tra tutti coloro con i quali intrattiene rapporti.

 

Articolo 4 – Natura delle disposizioni e modalità di distribuzione e pubblicazione

Le regole di condotta contenute nel presente Codice, nell’enunciare e nell’affermare i principi di etica sociale che ispirano i comportamenti di FLC nella propria azione, integrano i principi di comportamento che devono essere osservati in virtù delle leggi civili e penali vigenti, con particolare riferimento ai doveri generali di correttezza, diligenza e buona fede nell’esecuzione del contratto di lavoro, di cui agli articoli 1175, 1176 e 1375 del codice civile.

 

Articolo 5 – I valori fondanti dell’associazione

FLC fonda la propria attività su valori etici, sociali e di sostenibilità il cui rispetto è alla base della propria reputazione. I valori costituiscono le fondamenta su cui basare il raggiungimento degli obiettivi associativi e sono anche e soprattutto ispiratori per i rapporti con i portatori di interessi (i cosiddetti “stakeholder”). La sostenibilità è parte integrante della cultura associativa ed è strumento di miglioramento continuo per realizzare un futuro sostenibile senza alterare le risorse disponibili del pianeta e non sfruttarlo al di là delle sue possibilità. L’associazione di basa su principi secondo i quali ci si deve assumere la responsabilità di saper riconoscere e valorizzare le persone, i talenti, le conoscenze che costituiscono il valore intangibile dell’associazione e realizzando così obbiettivi di eccellenza, orgoglio dell’appartenenza e una originale e vincente cultura associativa. I valori e i principi, tutti equamente importanti, in cui FLC basa la propria attività sociale sono i seguenti:

  • Centralità delle persone e dei loro diritti.
  • L’associazione, riconoscendo la centralità dei Soci, considera il rispetto della loro autonomia e l’incentivo basato sulla loro partecipazione alle decisioni associative, fattori fondamentali per lo sviluppo della associazione e ne tutela e ne promuove lo sviluppo e la crescita per accrescere il patrimonio di competenze e eccellenze.
  • Tutte le attività della associazione sono svolte nel pieno rispetto della normativa vigente in materia di tutela ambientale e di sicurezza e salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro, anche, in particolare, allo specifico fine di impedire i delitti di cui agli artt. 589 e 590, terzo comma, del codice penale (omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime), commessi con violazione delle norme antinfortunistiche e sulla tutela dell’igiene e della salute sul lavoro. Tutte le persone all’interno dell’organizzazione della associazione si adoperano per fare di FLC un posto in cui si è orgogliosi di lavorare, dove poter imparare, conseguire e celebrare il successo e gli obiettivi raggiunti.
  • Pari opportunità: FLC incoraggia e promuove parità di opportunità tra donne, uomini, LGBT, rifugiati in genere, indipendentemente dal credo religioso e dalla razza, nella selezione e trattamento di dipendenti e collaboratori – pari opportunità nelle posizioni di vertice, nei corrispettivi e nelle mansioni – nello sviluppo della propria progettualità riguardo la logistica e il trasporto sostenibile.
  • La tutela delle pari opportunità, il rispetto e l’attenzione verso i disabili, la prevenzione dei rischi, la tutela dell’ambiente e la prevenzione di ogni forma di inquinamento nonché la salute e la sicurezza nello svolgimento delle attività sociali sono considerate un impegno prioritario e costante.
  • Sviluppo sostenibile: FLC si ispira, nella propria attività, ai principi di salvaguardia del pianeta e al miglioramento della qualità della vita delle persone. La associazione rispetta tutta la legislazione comunitaria e nazionale in materia di ambiente ed energia, in quanto rilevante oltre che pertinente con il proprio business. FLC è attenta all’evoluzione normativa (specialmente comunitaria) in materia per potersi tempestivamente adeguare. FLC è molto attenta agli impatti della propria attività sull’ambiente e, di conseguenza, intraprendere le azioni necessarie per rimediare gli effetti negativi e correggere le proprie modalità operative, valutando anche eventuali politiche incentivanti e premianti per i propri dipendenti e collaboratori.
  • Eccellenza, avanguardia e innovazione: rappresentano il centro dell’attività di FLC, il costante orientamento ai propri Soci e stakeholder – mediante il disegno e la conseguente erogazione di servizi ad alto valore aggiunto. FLC persegue costantemente l’innovazione e attività di ricerca e sviluppo. Per questo motivo FLC è sempre in grado di anticipare le tendenze del mercato. FLC destina risorse alla ricerca e allo sviluppo di nuove soluzioni di avanguardia a livello nazionale e europeo.
  • Spirito di gruppo (la comunità di pratica di FLC): nessuno degli obiettivi operativi può essere raggiunto dai Soci o dalle persone singolarmente; i professionisti della associazione sono capaci e desiderosi di lavorare insieme ai colleghi all’interno di un’unica organizzazione integrata e coesa, secondo principi di collaborazione, disponibilità e rispetto. Il gruppo delle persone di FLC si cura di sollecitare e coinvolgere tutti nel perseguimento degli obiettivi di impresa e nella soluzione dei problemi sulla base delle rispettive competenze e responsabilità. A questo scopo, la chiarezza e trasparenza organizzativa, la condivisione e le comunicazioni sono fondamentali. Riunioni periodiche del Comitato di Gestione vengono messe in atto al fine di mettere a fattor comune – per raggiungere il miglioramento continuo dell’organizzazione – strategie, obiettivi e evidenze di risultati a cui partecipa tutto il gruppo indipendentemente dai ruoli di ciascuno all’interno dell’associazione.

FLC si astiene dall’intrattenere rapporti di qualsiasi natura con:

  • Soggetti per i quali è noto o si abbia ragione di sospettare facciano parte o svolgano attività di supporto in qualsiasi forma a favore di organizzazioni con finalità criminose di qualsiasi natura, incluse quelle di stampo mafioso, quelle dedite al traffico di esseri umani o allo sfruttamento del lavoro minorile;
  • Soggetti o gruppi che operino con finalità terroristiche che possano quindi arrecare grave danno a un paese o ad un’organizzazione internazionale, compiute allo scopo di intimidire a compiere o astenersi dal compiere un qualsiasi atto o allo scopo di destabilizzare o distruggere strutture politiche fondamentali, costituzionali, economiche e sociali di un paese o di un’organizzazione internazionale;
  • Soggetti per i quali è noto o si abbia ragione di sospettare che si avvalgano del lavoro di minori o di personale assunto in maniera irregolare o che comunque operino in violazione delle leggi e delle normative in materia di tutela dei diritti dei lavoratori.

FLC non favorisce o discrimina direttamente o indirettamente alcuna organizzazione di carattere politico. La associazione si astiene dal fornire qualsiasi contributo sotto qualsiasi forma, a partiti, movimenti, comitati ed organizzazioni politiche. Al fine di prevenire il rischio di compiere operazioni di qualsiasi natura aventi ad oggetto proventi derivanti della commissione di reati, FLC si astiene dal percepire a qualsiasi titolo pagamenti in denaro contante o equivalenti.

 

Articolo 6 – Rapporti con le persone

L’onestà, la lealtà, la capacità e le competenze professionali, la serietà e la dedizione delle persone rappresentano condizioni determinanti per il successo dell’associazione. FLC, in qualità di associazione sostenibile, si impegna a:

  • Selezionare le persone più adatte a ricoprire una specifica funzione associativa con specifiche procedure trasparenti;
  • Sviluppare le competenze mediante azioni di formazione e condivisione.

FLC si impegna a tutelare l’integrità morale e la professionalità di tutti i dipendenti e collaboratori nell’ambiente di lavoro e con l’ambiante esterno in cui operano in nome e per conto della associazione. La selezione di ciascun dipendente e collaboratore a vario titolo è condotta esclusivamente sulla base di necessità di reperire competenze secondo requisiti specifici. FLC si impegna a favorire lo sviluppo delle capacità e delle conoscenze di ciascuna delle proprie persone. Anche la selezione dei collaboratori esterni è effettuata – secondo criteri di merito, competenza e professionalità, rispondenti alle esigenze di efficacia, efficienza ed economicità – tra persone e imprese con buona reputazione che si atterranno ai principi e alle direttive del presente Codice. La gestione dei rapporti instaurati con gli stessi si ispira ai medesimi principi. La definizione di rapporti contrattuali con i fornitori e con i collaboratori esterni è condizionata alla previsione del rispetto dei principi etici espressi nel presente Codice. La selezione, la formazione, la gestione e lo sviluppo del personale sono effettuate senza discriminazione alcuna, secondo criteri di merito, di competenza e di professionalità.

FLC rispetta tutte le norme legali, regolamentari e tecniche di volta in volta applicabili in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. I principi e criteri fondamentali in base ai quali sono prese le decisioni, di ogni tipo e a ogni livello, in materia di salute e sicurezza sul lavoro nell’ambito del modello di organizzazione, gestione e controllo sono: evitare i rischi; valutare i rischi che non possono essere evitati; combattere i rischi alla fonte; adeguare il lavoro alla persona, in particolare per quanto concerne la concezione dei posti di lavoro e la scelta degli strumenti e metodi di lavoro e di produzione, per attenuare il lavoro monotono e il lavoro ripetitivo e per ridurre gli effetti di questi lavori sulla salute. Nessun abuso di autorità è tollerabile nei rapporti di lavoro. Di conseguenza il superiore gerarchico, verso qualsiasi persona subordinata, non può compiere alcun atto né tenere alcun comportamento che non sia previsto dalla legge o dai contratti.

 

Articolo 7 – Rapporti con i Soci e gli stakeholder

FLC si impegna a soddisfare i propri Soci in adempimento agli obblighi fissati dagli obiettivi associativi contratto, e a non discriminarli. FLC instaura con Soci e stakeholder un rapporto basato su elevata professionalità ed improntato alla disponibilità, al rispetto, alla cortesia, alla ricerca ed all’offerta della massima collaborazione affinché gli stessi possano assumere decisioni consapevoli. La soddisfazione dei Soci e stakeholder rappresenta un obiettivo fondamentale per FLC e, a tal fine, la associazione garantisce sempre la qualità dei servizi erogati. Nei confronti dei Soci e stakeholder viene adottato uno stile di comportamento improntato su efficienza, competenza, collaborazione e cortesia, fornendo in modo chiaro e trasparente, informazioni accurate, complete e veritiere circa le caratteristiche dei servizi offerti, utilizzando un linguaggio semplice e comprensibile ad assicurando eguaglianza di trattamento. I contatti e le comunicazioni con Soci e stakeholder devono essere chiari e semplici, formulati con il linguaggio più vicino possibile a quello della cultura diffusa e conformi alle normative vigenti.

FLC si impegna a comunicare tempestivamente e nel modo più appropriato a Soci e stakeholder ogni informazione relativa ad eventuali modifiche e variazioni nella prestazione del servizio erogato.

 

Articolo 8 – Rapporti con i fornitori

La selezione dei fornitori, la determinazione delle condizioni di acquisto e la gestione dei rapporti contrattuali sono effettuate a norma di legge e, comunque, secondo i principi e procedure stabilite nelle procedure del sistema di gestione associativo. La scelta del fornitore di beni e servizi di qualsiasi tipo deve avvenire nel rispetto dei principi di concorrenza e pariteticità delle condizioni dei presentatori delle offerte e sulla base di valutazioni obiettive relative alla competitività, alla qualità, all’utilità ed al prezzo di fornitura.

Nella selezione FLC adotta criteri oggettivi e trasparenti e non preclude a nessuna azienda fornitrice, in possesso dei requisiti richiesti, in quanto ritenuti necessari, la possibilità di competere per il perfezionamento di un contratto con essa. Ogni procedura di selezione deve essere espletata nel rispetto delle più ampie condizioni di concorrenza ed ogni eventuale deroga a tale principio deve essere autorizzata e motivata. Le relazioni con i fornitori sono regolate dalle norme del Codice e sono oggetto di costante ed attento monitoraggio da parte della associazione anche sotto il profilo della congruità delle prestazioni o dei beni forniti rispetto al corrispondente pattuito. Attraverso il controllo dei documenti e processi FLC è in grado di documentare l’intera procedura di selezione e di acquisto consentendo in tal modo la ricostruzione di ogni fornitura. La associazione ed il fornitore devono operare al fine di costruire un rapporto collaborativo e di reciproca fiducia. FLC si impegna ad informare in maniera corretta e tempestiva il fornitore riguardo alle caratteristiche dell’attività, alle forme ed ai tempi di pagamento nel rispetto delle norme vigenti e delle caratteristiche della controparte, considerate le circostanze, le trattative effettuate e il contenuto del contratto stipulato. L’adempimento delle prestazioni contrattuali da parte del fornitore dovrà essere conforme ai principi di equità, correttezza, diligenza e buona fede e dovrà avvenire nel rispetto della normativa vigente.

 

Articolo 9 – Rapporti con gli stakeholder

I rapporti con le autorità e le pubbliche amministrazioni devono essere intrapresi e gestiti nel rispetto delle leggi e dei principi fissati nel Codice e nelle specifiche procedure e secondo correttezza e trasparenza, nel rispetto dell’indipendenza e dell’imparzialità delle scelte della pubblica amministrazione.

 

Articolo 10 – Rapporti con l’ambiente

FLC svolge attività di ricerca e sviluppo in progetti che riguardano la sostenibilità ambientale, energetica e in generale la qualità della vita. FLC gestisce quindi le proprie attività perseguendo la tutela dell’ambiente con il miglioramento continuo delle sue prestazioni relativamente agli impatti ambientali della sua attività.

A tale fine si impegna a:

  • definire specifici obiettivi ambientali e programmi di miglioramento, volti alla minimizzazione degli impatti ambientali significativi;
  • diffondere sul territorio la cultura del rispetto dell’ambiente anche attraverso iniziative dedicate e specifici servizi al cliente;
  • promuovere attività di sensibilizzazione e di formazione ambientale al proprio interno e promuovere la diffusione di tecnologie eco-efficienti;
  • rendere conto dell’impatto ambientale delle proprie attività attraverso l’individuazione di indicatori chiave di performance.

FLC, nella propria attività professionale persegue un continuo dialogo con le istituzioni e le associazioni che si occupano di ambiente e sostenibilità, ed è a sua volta una delle realtà che in Europa e in Italia maggiormente contribuisce alla sostenibilità ambientale mediante i propri studi e progetti di ricerca e sviluppo, essendo riconosciuta quale interlocutore altamente qualificato in materia.

 

Articolo 11 – Conflitto di interessi

Deve intendersi per conflitto di interessi ogni situazione, occasione o rapporto in cui, anche solo potenzialmente, si vedano coinvolti interessi personali o di altre persone collegate (quali ad esempio i familiari, amici, conoscenti) o di organizzazioni di cui si è amministratori o dirigenti, che possano far venir meno il dovere di imparzialità. Gli amministratori, i dipendenti e i collaboratori a vario titolo sono tenuti ad operare nell’interesse di FLC, astenendosi da ogni situazione che possa contrapporre un interesse personale a quello dell’associazione. Eventuali situazioni di conflitto di interesse devono essere tempestivamente comunicate al Comitato di Gestione. Anche i fornitori devono assumere specifici impegni ad evitare situazioni di conflitto di interesse astenendosi altresì dall’utilizzare, in qualsiasi modo ed a qualsiasi titolo, l’attività svolta per conto della associazione per conseguire, per sé o per altri, vantaggi indebiti. Coloro i quali partecipano a qualunque titolo e nell’interesse di FLC ad organizzazioni, enti, associazioni anche non riconosciute, comitati, associazione, devono astenersi dalle decisioni che coinvolgano l’interesse proprio o associativo se non in linea con quanto preventivamente definito in merito dallo Statuto del FLC. È necessario astenersi dall’intrattenere rapporti professionali con soggetti nei confronti dei quali si abbia un obbligo di neutralità ed imparzialità; parimenti in ogni altro caso in cui sussistano ragioni di opportunità e di convenienza.

 

Articolo 12 – Tutela del patrimonio associativo

L’utilizzo di beni e del patrimonio associativo deve avvenire nel rispetto della legge e delle normative vigenti e in conformità alle procedure previste nello Statuto. FLC adotta adeguate misure ed iniziative volte a tutelare la propria proprietà intellettuale e a non violare quella altrui. L’utilizzo degli strumenti informatici e telematici deve essere caratterizzato dal rispetto dei principi di correttezza e in modo da garantire l’integrità e la genuinità dei dati trattati. FLC adotta misure idonee ad assicurare che l’accesso ai dati telematici e informatici avvenga nel rispetto delle normative vigenti e della privacy dei soggetti eventualmente coinvolti. I rapporti con la stampa e i media sono improntati al rispetto del diritto all’informazione ed alla tutela del mercato e degli interessi degli stakeholder, e avvengono nel rispetto del Codice e delle procedure previste nello Statuto.

 

Articolo 13 – Riservatezza delle informazioni

Ogni informazione sulle attività associative non ancora resa pubblica di cui dispongano gli amministratori, i dipendenti e i collaboratori di FLC in funzione dei rispettivi incarichi è riservata e a esclusivo interesse della associazione.

 

Articolo 14 – Attuazione del Codice

La responsabilità dell’attuazione del Codice, della sua applicazione e del suo aggiornamento è degli amministratori e del Comitato di Gestione del FLC. FLC vieta a tutti di accettare od offrire denaro, doni o favori non dovuti. Gli amministratori ed i componenti del Comitato di Gestione con il loro comportamento devono rappresentare un esempio per tutti i dipendenti e collaboratori di FLC. In nessun modo la convinzione di agire nell’interesse o a vantaggio della associazione può giustificare l’adozione di comportamenti in contrasto con i principi indicati nel presente Codice. Nell’attuazione del Codice, il Comitato di Gestione opera secondo oggettività, professionalità e imparzialità.