La logistica italiana è pronta alla sfida del vaccino? Ne parla Massimo Marciani, Presidente FLC, con Omnifurgone

Entro la fine di gennaio 2021 dovrebbero arrivare in Italia le prime dosi del vaccino anti Covid-19 che dovranno essere distribuite e somministrate nel più breve tempo possibile. Ma la logistica è pronta ad affrontare questa sfida?

Oggi, 23 novembre, scade il termine fissato dal Commissario Arcuri per le Regioni per identificare e comunicare al Governo le strutture (ospedali e RSA) idonee alla prima campagna di vaccinazione, dopodiché, occorrerà procedere il più presto possibile con la definizione del piano logistico.

Massimo Marciani, Presidente del Freight Leaders Council, intervistato da Omnifurgone.it ha parlato delle dell’impegno della logistica italiana nella  campagna di vaccinazione e dello sforzo perché venga portata a termine con successo.

“Il rischio – ha sottolineato Marciani – è quello di minimizzare il ruolo della logistica e cadere nella semplificazione. Il vaccino prodotto dalla Pfizer necessita di una temperatura costante di circa -80 gradi, dato che non rappresenta di per sé un problema, in ambito logistico e anche militare si raggiungono già certe temperature, ma non è mai stata impiegata per movimentare volumi così elevati. Parliamo di milioni di dosi contenute in migliaia di box che ogni giorno dovranno raggiungere i centri di distribuzione e somministrazione. Non è un impegno da poco”.

Per quanto riguarda poi la somministrazione, Marciani non ha dubbi: “Avere 1000 centri di somministrazione non è cosa fattibile, sarebbe impensabile in questo modo garantire la catena del freddo. Dobbiamo ipotizzare al massimo un centinaio di punti di somministrazione in aggiunta ad eventuali  centri mobili di campo per le zone più disagiate”.

Infine, l’appello ai decisori politici: “Il Commissario Arcuri si deve affidare agli esperti del settore, se non altro per parlare delle difficoltà che ci possono essere nella consegna del vaccino e trovare insieme delle soluzioni. Il Freight Leaders Council si mette a disposizione del Governo per instaurare un tavolo di confronto”.

Riascolta qui l’intervista integrale: https://www.omnifurgone.it/news/455306/vaccino-covid-19-sapere-logistica-pfizer/

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn