eCommerce, città invase da pacchi e furgoni. Lo studio di McKinsey

Il traffico e la congestione manda in fumo ogni anno tra il 2 e il 4 per cento del Pil delle grandi città mondiali. E’ un fenomeno destinato a crescere anche grazie al boom dell’eCommerce che sta facendo crescere i mezzi commerciali, furgoni e altro, in circolazione. Uno studio redatto da McKinsey, uno dei big mondiali della consulenza fa il punto, fa il punto sul fenomeno: tra il 2006 ed il 2014 il numero dei veicoli commerciali impiegati nel mondo è passato da 250 a 330 milioni di unità, con un incremento del 32%. Le previsioni sul numero dei pacchi in circolazione è destinato ad esplodere: se infatti si prendono a riferimento i 20 più importanti mercati mondiali, le attività legate al commercio elettronico dovrebbero passare dagli 880 miliardi di dollari di fatturato del 2015 ai 1.630 previsti per il 2020 (+85%). In una città come Londra i veicoli commerciali rappresentano solamente il 10% del traffico veicolare ma sono responsabili del 30% delle emissioni di Co2 e di ossido di azoto, a Pechino pensano per il 15% e generano ben il 70% dell’inquinamento. Inoltre, gli esperti vedono la soluzione dei droni e robot molto lontana nel tempo. Vale la pena dare uno sguardo alla studio per comunicare a riflettere sui cambiamenti che l’eCommerce sta producendo nella logistica, il tema del Quaderno #26 che il Freight Leaders Council presenterà a metà novembre.  

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn