La logistica, questa sconosciuta. Ecco l’analisi Ipsos presentata all’Assemblea di Confetra

Pagnoncelli

Indispensabile, efficace, veloce. Sono solo tre dei diversi aggettivi con cui gli italiani identificano il settore della logistica, come emerge dall’indagine dell’Ipsos presentata dal presidente Nando Pagnoncelli all’assemblea annuale di Confetra lo scorso 13 novembre. Parole che evocano una connotazione più positiva di quella espressa per il settore dei trasporti – obsoleto, scadente e costoso, per citare le tre più in evidenza – ma che si fermano a una valutazione superficiale che i consumatori hanno del mondo della logistica.

L’indagine Ipsos, che si può scaricare qui, dice infatti che solo il 24% del campione intervistato conosce almeno uno dei primati che caratterizzano la logistica italiana, un settore trainate per il Pil del paese, secondo solo a quello manifatturiero. Eppure, questo dato è noto solo all’8% degli intervistati. Solo l’11% sa che l’Italia è il primo paese europeo, ed il secondo al mondo dopo il Giappone, per traffico MoS, cioè per trasporto marittimo via traghetto per camion e TIR. Solo il 10% sa invece che l’aeroporto di Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino risulta essere il primo al mondo per qualità dei servizi complessivi. E così la percezione supera di gran lunga la realtà. Basta pensare che il 48% del campione non ritiene neppure credibile la possibilità che a Fiumicino sia stato riconosciuto questo primato, mentre il 44% non crede al fatto che le Dogane italiane sono le seconde al mondo per livello di digitalizzazione e tempi dei controlli sulla merce.

La notizia positiva è che una corretta informazione può cambiare l’opinione pubblica. Per questo i punti di forza del settore sono stati valutati positivamente dal campione e il 23% si è detto orgoglioso del riconoscimento assegnato all’aeroporto Leonardo Da Vinci, una percentuale uguale a chi ha risposto di essere orgoglioso dei risultati raggiunti in termini di digitalizzazione dalle Dogane. Per il 20% delle persone è motivo di orgoglio il fatto che la logistica italiana produca il 9% del pil del paese, mentre il 22% pensa lo stesso del primato italiano nel traffico MoS.

 

Foto: Nando Pagnoncelli alla conferenza Confetra
(fonte: profilo Twitter Confetra)