Caro pedaggi, i Tir invadono le statali

Chi le conosce (moto spesso) le evita. Comincia così un’inchiesta di Repubblica, apparsa sul quotidiano alla fine di agosto, per denunciale la fuga dei Tir dalle autostrade, molto costose in particolari in alcuni tratti, dove conviene intasare le statali pur di non pagare la tassa, cresciuta dall’inizio dell’anno dello 0,77% in media. Il servizio di Repubblica pubblica una mappa dettagliata dei punti critici, ovvero i tratti in cui gli itinerari sulle statali sono più gettonati. D’altra parte, l’Italia torna a muoversi e sulla rete autostradale i Tir sono aumentati del 4,8%, mentre la rete Anas ha registrato un incremento del traffico  del 3 per cento.

Diverse le situazioni critiche nel Triveneto, in Piemonte, in Valle d’Aosta, ma anche in Puglia, Abruzzo e Liguria. Repubblica interpella autotrasportatori che si difendono puntando il dito contro un mercato sempre più difficile, dove il margine si assottiglia e l’aumento dei pedaggi non aiuta. Qualcuno dice che se le autostrade italiane fossero gratis come in Germania, i camion non avrebbero problemi ad usarle. Sul versante opposto ci sono i sindaci. Sempre più comuni stanno dichiarando guerra al traffico pesante, con limitazioni e divieti.

Fonte: Repubblica

 

Questo Articolo ha 0 Commenti

Lascia un Commento





*